Guida culturale e d'affari

Posso avere un conto bancario cinese?

Introduzione

In Cina, a partire dal 1978 (quando il paese si è aperto alle riforme), il sistema bancario e finanziario ha subito profondi cambiamenti. Tutt'ora, questo settore sta crescendo velocemente e le banche cinesi stanno aprendo le loro filiali in tutto il mondo.

Strutture

Il sistema cinese bancario conta su una banca centrale (People's Bank of China) che fino al 2007 ha supervisionato l'intero sistema bancario cinese così come le cosidette “4 grandi”, riferendosi alle quattro banche cinesi più importanti, ognuna per ogni settore, cosi come segue:

  • Bank of China (per transazioni monetarie);
  • Agricultural Bank of China (per crediti rurali);
  • China Construction Bank (per infrastrutture);
  • Industrial and Commercial Bank of China (per il credito e l'industria).

Chiaramente, durante gli anni molte altre banche si sono sviluppate e le più piccole hanno costituito legami più stretti con la struttura e la realtà locale del territorio.

Grazie alle riforme, anche le banche straniere hanno la possibilità di aprire RO e filiali nel territorio cinese, e anche investire in banche cinesi.

Le banche cinesi si svelano all'Europa

Recentemente stiamo vivendo la scoperta delle filiali delle banche cinesi in tutta Europa. Cronologicamente, l'ultima ad avere aperto un branch in Europa è stata la China Construction Bank , che ha aperto a Milano nel luglio 2015. L'approccio nel sostenere e aziende cinesi nella loro strategia di internazionalizzazione, sia da un punto di vista finanziario che da un punto di vista di assistenza in fusioni e acquisizioni (M&A) o chiudere affari con territorio locale, sta ora volgendo alla creazione di servizi per clienti europei (corporate o privati).

Potrebbe essere interessante verificare con il branch locale di una delle banche cinesi correntemente operative fuori dalla Cina e chiedere informazioni riguardo al supporto che possono offrire alle aziende europee.

Il mio conto aziendale

Se costituisci un'azienda in Cina, dovrai fornire un conto bancario cinese. Le banche cinesi possono arpire consit sia in RMB che in valuta estera. Ad ogni modo, ci sono molti tipi diversi di conti, sia in RMB che in valuta estera, ma i più comuni sono:

  • Conto base (in RMB): è generalmente utilizzato per operazioni quali il trasferimento di fondi (pagamenti dei salari, depositi, ecc....)
  • Conto generico (in RMB): è generalmente utilizzato per i deposti e per le operazioni quali rimborso di mutuo
  • Conti speciali: è generalmente utilizzato per operazioni straordinarie come iniezione di capitali.

Come azienda, avrai anche un conto capitale (in valuta estera) per conservare i capitali dell'azienda e deriva generalmente dagli investitori stranieri; così come il conto corrente (in valuta estera) per conservare la valuta estera per operazioni quotidiane dell'azienda.

Naturalmente, ti verrà richiesto di procurare molti documenti come il Certificato di Approvazione emesso dalle autorità cinesi (ad es. Il ministero del Commercio), la licenza di business, il certificato di codice dell'impresa, il certificato di registrazione delle imposte locali e statali.

Preparati al fatto che a seconda del tipo di azienda (e disposizioni bancarie), ci possono essere molte variabili nel tipo e nella quantità dei documenti richiesti.

Conti privati

Tradizionalmente i cinesi non sono soliti pagare le spese quotidiane con carte di credito o bancomat, ma preferiscono generalmente il contante. D'altro canto, sono abituati ad acquistare on line con carte prepagate per le transazioni internet.

In qualità di straniero, puoi prelevare denaro dagli ATM, ma verifica le commissioni, poiché possono variare drasticamente.

Se stai andando in Cina per rimanerci, puoi facilmente aprire un conto in una banca cinese mostrando il tuo passaporto e pagando un deposito. Ovviamente, il conto è molto utile per alcuni specifici motivi come il pagamento delle bollette o l'affitto di un appartamento. Controlla le commissioni per il prelievo che possono variare da una banca all'altra.

Consiglio top: se viaggi molto in Cina, sarebbe meglio aprire n conto privato in una banca più grande, in modo da poter sfruttare la sua rete nazionale e trovare ATM in tutta la Cina.

Inoltre, se sei abituato ad utilizzare servizi online, controlla la pagina web della banca che intendi scegliere dal momento che i servizi online possono essere limitati all'interno della versione in inglese della pagina web della banca.

Non da ultimo, puoi anche ottenere una carta di credito ma hai necessità di provare che hai un'entrata fissa e un permesso di residenza. Ovviamente, ogni banca ha i propri sistemi ed è importante verificare.

Bibliografia

Junie T. Tong, “Finance and society in 21st century China: Chinese culture versus Western markets” - Farnham ; Burlington, Vt.: Gower, 2011

Gene Marvin Tidrick, “China: an evaluation of World Bank assistance”, Washington, D.C. :, London: World Bank, Eurospan, 2005

Link esterni

Project 2014-1-PL01-KA200-003591