Guida culturale e d'affari

Approvato!

Introduzione

La Cina è ben nota per essere un paese dove la qualità è ancora un'opzione. In realtà questo non è proprio vero, ma la realtà è che le aziende cinesi e le compagnie stanno sviluppando metodologie per mantenere un alto livello di qualità per venire incontro alle richieste degli acquirenti. Considerando questo aspetto dal punto di vista dell'acquirente, quando riceve un lotto di bassa qualità o addirittura merce danneggiata, questi deve aprire un reclamo con il fornitore e il tempo necessario per risolvere la situazione può essere maggiore del problema e a volte non vale lo sforzo. Ad ogni modo, ci sono alcune indicazioni su come evitare situazioni spiacevoli.

Il livello di qualità è un optional per i cinesi?

Uno dei principali punti quando si ha a che fare con un fornitore cinese riguarda il livello della qualità. Sono frequenti notizie che alcuni fornitori cinesi non hanno rispettato gli standard e, quindi, l'intera partita è inutilizzabile o invendibile. Quindi, come è possibile gestire questo tipo di situazioni o, ancora meglio, come prevenire uno scenario scomodo?

Senz'altro, uno dei più semplici e fattibili azioni parte con l'accordo tra l'acquirente e il fornitore: deve essere totalmente chiaro in ogni punto. È consigliabile creare e condividere una check list e le due parti dovrebbero conservare campioni del prodotto finale. È realmente vitale che il contratto con il fornitore includa tutte le condizioni del processo di consegna e i dettagli rispetto ai prodotti difettosi, garanzie, reclami e parti di ricambio.

Ispezioni di qualità

Le ispezioni di qualità sono punti chiave quando si tratta con i fornitori, specialmente se l'azienda si trova miglia lontano dall'acquirente. Generalmente, i fornitori cinesi forniscono merci a molti acquirenti differenti e questo significa che in un periodo di troppo carico potrebbero esternalizzare la produzione, e , a volte, questo potrebbe causare problemi, specialmente per quel che riguarda la qualità. Un suggerimento generale è effettuare regolari ispezioni di qualità durante la produzione, dopo avere concordato attentamente sulla maggior parte dei punti più importanti come materiali, dimensioni, colori, richieste tecniche e quantità. Se possibile, l'acquirente dovrebbe domandare per un test pre produzione su un centinaio di pezzi in modo da testare la qualità della merce e anche verificare la capacità dell'azienda nel produrre la quantità concordata soddisfacendo il livello di qualità.

Un'altra opzione è indicare chiaramente nel contratto che il fornitore non possa in alcun modo esternalizzare la produzione.

Non da ultimo, se l'acquirente stabilisce il pagamento tramite L/C, uno delle richieste da soddisfare dovrebbe includere l'approvazione dell'ispezione di qualità.

Imballaggio

Un altro argomento sensibile riguarda l'imballaggio. L'imballaggio non è semplicemente gettare la merce nelle scatole, ma più realisticamente contribuisce al tuo fatturato, semplicemente perchè i prodotti danneggiati o difettosi sono un costo reale perchè non possono essere venduti. Questo significa che rischi di perdere un sacco di tempo ed energie cercando di risolvere la situazione per cercare argomentazioni che ti permettano di ricevere una compensazione da parte del fornitore se non ha firmato un contratto chiaro su questo argomento.

L'imballaggio ben protetto tutela il buyer da molti problemi e dovrebbe essere concordato con il fornitore. Il buyer può anche domandare alcune immagini dell'imballaggio prima della spedizione per stimare se la spedizione è fattibile e soddisferà i requisiti.

Merci danneggiate? No problem?

I prodotti difettosi sono definitivamente una delle più difficili situazioni con cui avere a che fare. Pertanto, è fondamentale definire il concetto, “il livello di tolleranza” sui difetti e dichiararlo chiaramente nel contratto cosicchè entrambe le parti (buyer e fornitore) avranno un'idea chiara del limite.

I livelli di qualità devono essere soddisfatti secondo l'accordo ed effettuare ispezioni regolari durante la produzione può ridurre i rischi di reclami futuri o tira e molla concernenti parti di ricambio.

Ad ogni modo, i buyer non devono dimenticare che normalmente i fornitori cinesi hanno ridotti margini di profitto, quindi, quando il buyer domanda per una compensazione più alta per prodotti difettosi, è molto probabile che riceva una proposta di un piccolo sconto sull'ordine successivo o un rimpiazzo con il numero totale di parti difettosi. In questo caso, sarebbe importante comprendere chi è incaricato dei costi di spedizione, sdoganamento e distribuzione.

Certamente, questo è in motivo per cui è fondamentale accordarsi sui termini e condizioni di prodotti difettosi, parti di ricambio ed eventuale politica di compensazione in denaro prima che la produzione inizi effettivamente.

Bibliografia

XU JIN LIANG . HE XIN . CHEN BING . DENG, “Bank Guarantees and standby letters of credit and Case Studies” (Chinese Edition) - Foreign Economic and Trade University Press– September 2014

Rosemary Coates , 42 Rules for Sourcing and Manufacturing in China (2nd Edition): A Practical Handbook for Doing Business in China, Special Economic Zones, Factory Tours and Manufacturing Quality , Super Star Press (July 19, 2013)

Link esterni

Project 2014-1-PL01-KA200-003591