Guida culturale e d'affari

Passeggiata in fabbrica

Introduzione

Solitamente, i rappresentanti di un'azienda europea vanno in Cina, la più estesa base produttiva nel mondo, per due ragioni: la prima p per esternalizzare la propria linea produttiva completamente, la seconda è per ottenere condizioni di prezzo e qualità del prodotto migliori quando decidono di avere forniture parziali per le esistenti linee di produzione.

In entrambi i casi, considerando che l'esternalizzazione rappresenta una sorta di passaggio della torcia, è fondamentale fare un giro della fabbrica per verificare la qualità con la prospettiva di includere felicemente le fabbriche del tuo partner cinese nella tua catena di produzione.

Obiettivi generali di una visita in fabbrica

Nessuna visita in fabbrica è completa senza una passeggiata all'interno della fabbrica. Dopo aver ricevuto il permesso da parte del tuo partner cinese fai foto di ciò che trovi interessante. Prendere e tastare oggetti è normalmente permesso e se vedi qualcosa di poco chiaro, non esitare a domandare.

Ricorda che richiede tempo raccogliere informazioni quindi fai un altro giro della fabbrica se necessario. Rimani in fabbrica fino a che non avrai ottenuto tutte le informazioni di cui necessiti. Infine, parla al manager della produzione riguardo questioni generali quali stampi sbagliati, prodotti non puliti, imballaggi strappati, consegne in ritardo ecc.... Se intendi prenderti altro tempo per scoprire situazioni realistiche, risparmierai tempo (ed energie) sul lungo termine.

Un altro obiettivo della visita in fabbrica è fornire ragioni per abbassare il prezzo. Le ragioni possono essere vaghe, e il tuo ruolo è di generarle dal momento che i cinesi spesso si rimangiano il prezzo quotato, quindi le buone ragioni sono perciò necessarie. Le ragioni assurde, però, funzionano altrettanto bene come quelle reali. Ad esempio, potresti dire che un altro ipotetico fornitore ti ha offerto il 20% di sconto.

Abbi un'idea della produzione così come dei costi, tempistica, consegna, staff, difetti, piano di copertura, ecc... Un'approfondita conoscenza del tuo partner è vitale: più conosci le abitudini/straegie/atteggiamenti del tuo partner, più facilmente gestirai eventuali conflitti o condurrai negoziazioni positive.

Scoprire la realtà fisica del tuo fornitore cinese

Ci sono dei limiti per i tuoi fornitori cines riguardo ciò che può essere fatto finanziariamente, emozionalmente o fisicamente. C'p un limitato numero di lavoratori, posti, denaro e tempo. Non importa quanto guadagnerete entrambi dal vostro futuro contratto, ma ricorda che la realtà nell'eseguire fisicamente un contratto è spesso meno ottimistica. Alla fine della tua visita potresti essere frustrato del fatto che il tuo fornitore non tagli i costi. Tuttavia, forse onestamente non possono soddisfare gli standard che hai posto. Se intendi accettare la loro realtà, allora sarai in grado di ricollocare la tua frustrazione o rinegoziare in modo da incontrare le capacità reali p finanziarie del tuo fornitore. La migliore soluzione è non prendere il tuo fornitore sulla parola ma prendere tu stesso informazioni di prima mano quando visiti il piano produzione (cronometra e verifica la produzione tu stesso per comprendere infine realmente la linea di produzione).

Durante la visita in situ puoi vedere se il dipartimento qualità e imballaggio fanno al 100% un controllo di qualità su tutti i prodotti (un controllo di qualità finale sul 100% della produzione). Dovresti anche verificare se siano o meno efficienti nel selezionare i pezzi venuti male. Ci sono motivazioni per le quali spesso, il controllo qualità nelle fabbriche non è spesso efficace.

Una ragione è perchè l'ispettore della fabbrica esegue solamente un controllo visico, e persino questo solo su campioni e non sull'intero lotto. A causa di questo modo di esecuzione, molti problemi non vengono notati.

Gli ispettori ella fabbrica spesso non vengono correttamente formati sul loro lavoro e spesso non hanno nemmeno alcuna conoscenza sul tipo di prodotto. Inoltre, generalmente verificano i prodotti prima dell'imballaggio, mentre un alto numero di difetti è causato dallo scarso imballaggio. Gli ispettori in fabbrica hanno la stessa schedule anche in altre aziende: almeno 6 giorni a settimana e circa 10 ore al giorno. Il peggio arriva quando c'è un'urgenza e devono lavorare “fino a che il lavoro non è fatto” (questo tipo di condizioni non aiuta affatto il controllo qualità). Non da ultimo, senza mantenere alcun tipo di memoria, gli ispettori sono molto più ansiosi di mettere ovunque un'etichetta “ok per l'imballaggio” piuttosto che “da riparare”.

Molte aziende di produzione cinese hnno iniziato a standardizzare lai processi di produzione, ma per qualche motivo non hanno raggiunto i livelli occidentali sulla sicurezza e protezione ambientale. Le aziende hanno iniziato ad adottare degli standard più alti rispetto a quanto la legge cinese obblighi e spesso richiedono la certificazione per il procedimento di gestione (ISO9002 e ISO14001 in particolare) perchè alla fine i costi per l'azienda sarebbero molto pù elevati se i problemi di sicurezza e protezione ambientale divenissero più seri. Un'impresa non dovrebbe vedere i benefici a breve termine alle spese della sua reputazione di lunga data. Ciò non significa che tu dovresti essere troppo rigido sugli standard del controllo qualità (altrimenti un alto numero di rigetto di prodotti potrebbe generare alti costi per la fabbrica).

L'obiettivo finale da raggiungere dopo la visita

Una buona idea è domandare al team di progettazione abbastanza domande da parte loro per poter identificare eventuali opzioni alternative per produrre che possano aiutare ad abbattere i costi, dal momento che gli ingegnieri raramente pernsano alle strategie aziendali ma ci concentrano pù sul processo di produzione.

Un grande esempio di collaborazione è quando sia tu che il tuo partner cinese siete entrambi focalizzati più sulla progettazione, a quel punto, gli elementi che fanno lievitare il prezzo di un nuovo prodotto potrebbero essere eliminati riducendo i costi da ambo le parti.

Il fine giustifica i mezzi. L'obiettivo èla risoluzione di un problema, la corretta produzione e il prodotto qualità finito. A chi importa se non è fatto nel modo in cui lo faresti a casa. Non dovresti intervenire sino a che il controllo qualità non venga eseguito. Lascia che i cinesi facciano a modo loro. Ricorda, in occidente il tempo è denaro, ma in Cina, il tempo (lavoro) è ancora accessibile e meno costoso che in Europa e la maggior parte delle fabbriche sacrificherebbe volentieri più lavoro e tempo per problemi che materiale o tecnologia aggiuntivi, dal momento che hanno un concetto di efficienza diverso da quello occidentale. Il punto è che lo fanno in maniera differente ma spesso ottengono i risultati desiderati. Hai semplicemente bisogno di controllare la qualità e lasciargli fare il loro lavoro.

Gli obiettivi finali sono migliorare la qualità e le pratiche business nel luogo di lavoro del tuo partner. Condurre verifiche sulla qualità in situ è un buon metodo per raggiungere questo obiettivo, così fanno compagnie di verifica che forniscono materiali grezzi (la loro qualità presso il sito di produzione) e i tuoi materiali di imballaggio così come ogni altro fornitore in altri luoghi.

Per riassumere, concentrati sui tuoi obiettivi (standard e posizione) e ottieni ciò per cui sei andato, ma ricorda che lo scopo è anche la collaborazione, quindi, a volte, permetti ai cinesi di raggiungere i risultati finali con i loro propri metodi. Infine, annuisci all'idea che noi dobbiamo ancora una volta “farci cinesi”!

Bibliografia

ISO Codes retrieved from: http://www.chinalawblog.com/2011/08/china_quality_control_qc.html

Mr. Cesare Romiti, President of the Foundation Italy China, his phone interview with China Daily International Edition on the 11th of June, 2015.

Harney Alexandra, “The China price : the true cost of Chinese competitive advantage”, New York : London : Penguin ; 2009.

Midler Paul, “Poorly made in China: an insider's account of the tactics behind China's production game”, Hoboken, N.J.: Wiley, 2009.

Link esterni

Project 2014-1-PL01-KA200-003591